Mattia Polli

 

 

Le mie sculture vorrebbero evitare di essere legate a simboli, immagini già esistenti, presenti nella memoria collettiva, o nella storia dell'arte.

Esse nascono oggi.

Sono oggetti nuovi.

Piuttosto che bagnarsi i piedi nel passato,

vogliono volgere gli occhi verso il futuro.